Yattaman: aneddoti per una conversazione sui Time Bokan giapponesi

  • Yattaman compie 40 anni – È uscito in Giappone nel 1977, ma è arrivato su Rete 4 in Italia per la prima volta solo sei anni dopo. Era il 1983.
  • Yattaman fa parte della serie di anime della Tatsunoko detta Time Bokan e dichiaratamente demenziale, che nasce per fare da contraltare agli anime seriosi del tempo. Qui gli eroi sono giovani e scanzonati, mentre i cattivi – goffi e sfortunati – sono i veri protagonisti.
  • Questi protagonisti cattivi erano sempre guidati da una figura femminile, che terminava la puntata spesso in topless per le bruciature causate dell’esplosione del proprio robot. Inutile dire come questo rappresentasse una delle attrazioni principali del cartone animato per noi bambini di allora.

    1-Miss-Dronio-Yattaman-tutte-serie-Time-Bokan

    Le cattive della time Bokan: miss Dronio – di Yattaman – e’ l’ultima a destra

  • Nel 1993 è uscito in Giappone un AOV dove tutti i cattivi di queste serie di anime si affrontano in una gara automobilistica stile Wacky race. Vince proprio il trio Drombo di Yattaman.
  • Il sito del fan club italiano della serie, nonostante l’aspetto datato, è tuttora aggiornato con una miriade di informazioni.
  • Esiste un remake del 2006 per Yattaman e un live action movie – per quanto surreale possa sembrare – diretto dal rispettabile Takeshi Miike, che è anche uno dei registi più amati da Tarantino. Eccolo in vendita qui.

    Dato che non è assolutamente un brutto film, ne cosigliamo la visione. La recensione, poi, la potete leggere qui.
    1280px-Trioyatta
  • I mezzi pilotati dagli Yattaman sono 9, ma il piu’ famoso era certamente YattaCan:
    33-yattaman-2008
  • E come dimenticare la mascotte del trio Drombo?
  • Videogiochi ne abbiamo? Certamente. Ecco uno screenshot tratto da Yattaman: time bokan per playstation.
    307417_front
  • In alcune puntate, i robot del trio Drombo sono ispirati ai disegni dei fan.
  • Lo sapete che Wario della Nintendo è ispirato a Tonzula del Trio Drombo?
  • Ovviamente, la sigla dei Cavalieri del Re ce la ricordiamo tutti:
  • Di gadget legati al franchise ne girano ancora parecchi. Magari volete portarvi a casa lo Yattacane.
  • Infine, alcuni gadget sono disponibili anche sullo store del corriere dello Sport. Non ci e’ dato sapere cosa ci azzecchi, ma se il loro marketing pensa sia la cosa giusta da fare, affari loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *